Osteria Arman

Osteria Arman


Da Arman gusti i suoi vini e i suoi piatti, così inzuppati di questa schietta e sua generosa storia.
E’ tutta qui, intrisa in questi archi così sospesi tra queste sorridenti pareti che ti guardano, tutt’attorno. Respirala.
Qui, è tutto fatto da questa nostra gente semplice, piena di sapori, di quelli veri, di queste nostre ondulate, vicine terre trevigiane.
E’ nel 1872 che Iseppo Arman apre questa osteria. Undici anni prima nasce l’Italia. Siamo ai tempi di Vittorio Emanuele II, di Giuseppe Garibaldi e di Edmondo De Amicis.
Nel 1870 cade Porta Pia e nel novembre del 1871 Roma diventa capitale. E’ in quest’Italia appena fatta che Arman apre. L’idea è giusta. E’ vincente. Questo borgo di Via Manzoni, brulica di attività.
A pochi metri c’è il convento di San Francesco, più avanti, l’Istituto delle Canossiane e la chiesa di S. Maria Maddalena, con attigua la casa di ricovero. Girato l’angolo di Via S. Francesco c’è lo stallo, per la sosta delle carrozze e dei cavalli.
Poi, al martedì e al sabato, il mercato e appena sotto le vicine mura c’è “el marcà del polame”. La Piazza dei Grani è al di là del caseggiato, di fronte all’osteria.
Le poste sono a un tiro di schioppo. Il vino arrivava ed arriva tutt’ora dalle Cantine Arman di Col San Martino.

004


001-600x338

At da Arman you enjoy their wines and dishes with this authentic and generous history. The history is all there, embedded in these arches, between these friendly walls that are embracing and welcoming you. Breathe it in.
This place is the fruit of the loving efforts of our discreet, unaffected people, who embody the flavours, the genuine flavours of our nearby rolling hills of Treviso. This inn was first opened by Iseppo Arman in 1872, just eleven years after the birth of Italy.
These are the times of Vittorio Emanuele II, of Giuseppe Garibaldi and of Edmondo De Amicis. 1870 falls Porta Pia and in November 1871 Rome becomes the capital of Italy. It is in this newborn Italy that Arman opens. The idea is right and successful.
The quarter around Via Manzoni is a hive of activity. Just a few metres away we come across the convent of San Francesco, a little further on we find the Canossian Institute and the church of S. Maria Maddalena with the adjacent old people’s home.
Turning around the corner of Via S. Francesco, we come to the post station, where carriages and horses stop to rest. Further, on Tuesdays and Saturdays, there is the poultry-market on the market place nearby the town wall.
Piazza dei Grani, for the corn, is beyond the houses opposite the inn. The post is close-by. The wine came and is still coming today from Winery Arman in Col San Martino